Cosa Mangiare per aumentare la fertilità

Se vi state chiedendo o state cercando una lista di alimenti per restare incinta, siete capitati nel posto sbagliato… in quanto non ESISTE! Al contrario ci possono essere cibi che contengono sostanze o vitamine che potrebbero aumentare la fertilità e la possibilità di concepire un bimbo sano.

Per prima cosa va ricordato che un elemento fondamentale per la nostra vita ed il nostro corpo è L’Acqua, infatti dovremmo assumerne almeno 2 litri al giorno, tantopiù in gravidanza è necessaria a far crescere un bambino sano e contribuisce a mantenere per tutti i nove mesi, una gravidanza sana e serena.

Come già detto, uno dei ruoli più importanti e principali lo hanno la Vitamina B6 e Acido Folico, in quanto entrambi sono necessari per garantire una gravidanza sana ed aiutano a regolare la riproduzione. In merito, per saperne di più, ti consiglio di leggere l’apposito post pubblicato sull’Acido Folico (http://unaspirantemamma.myblog.it/archive/2011/01/29/acido-folico.html), in ogni caso le verdure a foglia verde, frutta secca e cereali integrali. L’assorbimento di queste vitamine viene condizionato da alcuni fattori psicologici quali stress, ansia, oppure dall’abuso di alcune sostanze o alimenti come caffè, zucchero, alcolici e con la somministrazione di alcuni medicinali. L’assunzione di Acido Folico aiuta a prevenire l’anemia nella mamma ed è indispensabile per il corretto sviluppo del cervello e del midollo spinale nel bambino.

L’ostrica è famosa (oltre per il costo non proprio accessibile), anche per le sue caratteristiche Afrodisiache, ma secondo alcuni studi l’ostrica sarebbe l’alimento più fertile per accellenza e questo per la loro elevata quantità di Zinco, il quale è fondamentale per mantenere ottimale il volume dello sperma ed il livello di testosterone nel sangue degli uomini, e garantisce il buon funzionamento della prostata. Lo Zinco viene spesso usato  nel trattamento dell’infertilità maschile, per questo motivo sarebbe bene consumare una dieta ricca di questo elemento e lo si può trovare in alimente come: carni rosse e magre, carni di pollo, fegato, frutti di mare, pesce di mare (soprattutto in seppie, acciughe ed aringhe), latte, latticini, uova, frutta secca, germi di grano, semi di zucca, lievito di birra.

Altra buona abitudine potrebbe essere quella di bere una calda tazza di Thè, il quale oltre a contenere antiossidanti che aiuterebbero il mantenimento di un sano sistema immunitario, potrebbe regalare un piacevole momento di pausa e di relax nel mezzo della giornata, facendo in modo di abbassare stress ed ansia. Inoltre un recente studio su un campione di donne, avrebbe dimostrato che le donne con l’abitudine di assumere in modo regolare del thè verde e thè nero, avrebbero maggiori possibilità di concepimento.

Un ruolo molto importante per la fertilità lo ha anche la Vitamina C, la quale oltre a contribuire a rafforzare il sistema immunitario, aiuta ad ottenere un sano concepimento. Questa preziosa vitamina è un importantissimo antiossidante questo favorisce la capacità di mantenere tonici ed elastici i vasi sanguigni ed agisce positivamente sulla vitalità degli spermatozooi. La possiamo trovare in tutta la frutta e la verdura, le quali ne sono piene, ma maggiormente in: kiwi, agrumi, peperoni, peperoncino rosso, broccoli, papaia, prezzemolo, more, fragole, cavoli e spinaci. Attenzione perchè la Vitamina C viene distrutta da: stress, fumo, contraccettivi orali, cortinsone, aspirina, antibiotici, febbre, calore, luce ed esposizione all’aria.

Un’altro minerale importantissimo è il Calcio, il quale oltre ad essere importantissimo per le ossa, partecipa attivamente a tutte le funzioni vitali del nostro organismo, per tanto un alimento non trascurabile nel periodo di concepimento e di gravidanza. Il Calcio lo si può trovare nel latte fresco e in tutti i formaggi (in particolarmodo in quelli stagionati), inoltre lo si trova nelle mandorle, nel lievito di birra, gli ortaggi a foglia verde, il cavolo, i fagioli secchi, la soia. Buona fonte di calcio possono essere anche i pesci, specie quelli in cui si mangia anche la lisca, oppure nel salmone o nel tonno.  Per l’assimilazione del calcio è importante che la nostra dieta contenga anche la vitamina D, che tra le tante cose ha la possibilità di fissare questo minerale.

La Capacità della Vitamina E di aumentare la fertilità fu scoperta nel 1922 in seguito a degli esperimenti condotti sui alcuni animali. Il termine “Tocoferolo“, dato in seguito a questa vitamina, deriva dal greco e significa letteralmente “Portatore di Prole”. La vitamina E è molto importante per il nostro organismo e non solo per la riproduzione, ma ha la capacità di aumentare la fertilità maschile e femminile riducendo i rischi di aborto, contribuendo a regolare il ciclo mestruale e migliorando alcuni disturbi della menopausa come ad esempio vampate di calore e mal di testa. Inoltre, garantirebbe una protezione antiossidante nei confronti delle membrane cellulari dello sperma. Questa Vitamina la si trova negli alimenti ricchi di acidi grassi monoisaturi e polinsatiri come: olio di oliva (in quello extravergine la quantità maggiore), olio di semi (arachidi, girasole, sesamo, mais germe di grano), frutta secca (nocciole, mandorle, noci, arachidi, pinoli), germe di grano, cereali integrali (attenzione a quelli raffinati che perdono quasi tutta la vitamina). In quantità inferiori la si può trovare in alimenti come: asparagi, broccoli, spinaci,carote, sedano, frutti di bosco, tuorlo d’uovo, avocado, peperoncino rosso.

Una dieta sana e che si rispetti deve contenere nelle giuste quantità anche i Carboidrati, che sono sostanze che insieme alle proteine ed i grassi formano la base strutturale ed energica necessaria all’organismo per svolgere le normali funzioni vitali. Pasta, pane andrebbero preferiti a zuccheri e dolci che andrebbero evitati, in quanto contribuirebbero ad un aumento glicemico con conseguente produzione di insulina, la quale favorisce l’ovaia policistica nemica della fertilità.

Infine, le Proteine Vegetali sarebbero da preferire a quelle animali, ma ovviamente senza eliminarle completamente. Le prime derivano dai cereali, dai legumi, dalle verdure, dagli ortaggi e dalla frutta. La quantità quotidiana necessaria in un adulto è di 1gr per ogni kg di peso corporeo, in gravidanza questo apporto deve essere aumentato per far fronte alle necessità della riproduzione. Vengono raccomandati circa 6gr per ogni kg corporeo. Durante l’allattamento invece si raccomandano 17 gr al giorno.

4 pensieri su “Cosa Mangiare per aumentare la fertilità

  1. Decisamente un post interessante… soprattutto per chi come me, con i cibi è a stretto contatto!… magari tra un post e l’altro sul mio blog che tratta anche la salute ed il benessere, potrei citare questo articolo!
    Complimenti anche per il l’impaginazione, è un misto tra tenerezza ed semplicità, da rendere il tutto ovattato e leggero…
    ti aspetto nella mia cucina!

  2. Grazie ZiCiro…
    è bello sapere che a leggermi c’è anche qualche ometto… sono passata dalla tua cucina e devo ammettere che ci tornerò volentieri!
    Grazie per i complimenti e sarà già un’onore per me vedermi pubblicare sul tuo blog anche solo un piccolo riferimento al mio spazio.
    Buona giornata.

Lascia un Commento