Seconda Settimana di Gravidanza

innamorati5.jpg

Cosa Fare adesso

In questa settimana se ovviamente state programmando una gravidanza, dovrete concentrarvi il più possibile sui vostri GIORNI FERTILI che dovrebbero iniziare proprio alla fine di questa settimana, pertanto per prepararvi potreste calcolare la data della presunta ovulazione e magari acquistare in farmacia uno di quei kit per i test dell’ovulazione semplicissimi da utilizzare che potrebbero aiutarvi nell’individuazione  e conferma dell’avvenuta ovulazione.

Sarebbe ideale fare un pò di movimento e ginnastica leggera, oltre a seguire una dieta sana ed equilibrata.

 

 

Cosa succede al nostro corpo

Durante questa settimana, non è ancora avvenuto il CONCEPIMENTO, quindi non si potrebbe ancora parlare di Gravidanza, ma come già detto, per convenzione si iniziano a contare le settimane dall’ultima data di inizio del ciclo mestruale, però si possono monitorare i cambiamenti della parete dell’utero che va ad ispessisrsi e prepararsi per poter accogliere l’ovulo fecondato.

Ci stiamo avvicinando ai giorni dell’OVULAZIONE, quindi è possibile sentire dei dolori unilaterali in direzione dell’ovaia che sta maturando l’ovulo e che nei prossimi giorni lo libererà e verrà “aspirato” dalla tuba di Falloppio.

 

Cosa succede al bambino

In questa fase non è ancora stato concepito.

 

Consigli per il futuro papà

Cerca di usare in questi giorni biancheria intima non aderenete, l’ideale sarebbero boxer di contone, in quanto aderenti troppo attillati hanno effetto negativo sulla produzione di sperma.

I testicoli sono appositamente fuori dal corpo per poter avere e mantenere una temperatura minore ai 37°C e quindi ottimale per la produzione dello sperma.

Può succedere che temperature estive troppo alte, indumenti attillati ed anche solo un bagno con acqua troppo calda, potrebbe inibire la produzione dello sperma e quindi diminuire la conta degli spermatozoi.

Seconda Settimana di Gravidanzaultima modifica: 2011-02-22T14:07:00+01:00da aspirantemamma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento