Gravidanza: attenzione agli umori, il bambino ne risente.

Abbiamo più volte ripetuto che gli stati d’animo e gli umori influenzano fin dalle prime settimane l’embrione, proprio per questo motivo, è consigliabile prestare attenzione all’ansia o all’agitazione, in quanto potrebbero essere seriamente dannosi per i piccolini.

La conferma è arrivata qualche giorno fa attraverso il sito ANSA, il quale ha reso noto uno studio effettuato dalla University of California Irvine, il quale afferma che tutti gli stati d’animo e gli umori materni che ha la madre durante i nove mesi di attesa, potrebbero condizionare lo sviluppo emotivo del bambino dopo la nascita.

Il feto, per tutta la sua permanenza all’interno dell’utero, sente costantemente il battito cardiaco materno, pertanto, eventuali stati di agitazione vengono tramessi direttamente al bambino e questi continui cambiamenti e sbalzi umorali, possono comprometterne e influenzare lo sviluppo fetale, avendo come conseguenza un bambino appena nato con stati depressivi trasmessi “naturalmente” durante i nove mesi.

E’ ovvio che il feto senta i rumori esterni, proprio per questo motivo, un piccolo appena nato è in grado di riconoscere già le voci dei genitori e tranquillizzarsi al loro ascolto, ma i suoi “poteri percettivi” sono molto più acuti e sviluppati di quanto possiamo immaginare.

Attenzione quindi a tutte le mamme in attesa a forti stress, depressione, agitazione, attacchi di panico, sono tutti nocivi per il feto, così come fumo, alcool e sostanze stupefacenti.

E’ quasi incredibile pensare il feto sia costretto a somatizzare gli stati d’animo della mamma, ma se si pensa che anche subito dopo la nascita, i bambini sono influenzati dall’umore di quest’ultima, mi viene spontaneo dire che è normalissimo che il bimbo anche in pancia sia collegato e sintonizzato alla madre, ciò che forse preoccupa è che questi umori materni potrebbero influire successivamente anche sui fagiolini.

Fonte:http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2011/11/11/visualizza_new.html_640901018.html

Gravidanza: attenzione agli umori, il bambino ne risente.ultima modifica: 2011-11-14T17:41:00+01:00da aspirantemamma
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Gravidanza: attenzione agli umori, il bambino ne risente.

  1. Ciao Aspirante Mamma
    Sai, quando mia sorella aspettava la sua prima figlia (Margherita) le ho comprato un cd con tutte le più belle canzoni napoletane cantate da Roberto Murolo. Raccomandandole poi di ascoltarlo tutte le mattine. Cosa meglio delle canzoni napoletane può mettere di buon umore ?

    Il risultato è stato ottimo!

    • Carissimo Guarracino…
      non ci crederai ma quando mia madre era incinta e per tutti i miei primi anni di vita mio padre ci faceva scoltare tutta la grande musica napoletana… oltre alla passione che mi è rimasta, non ci crederai ma ho imparato il dialetto napoletano e così immaginati una piccola brianzola che improvvisamente capiva quando sentiva parlare il dialetto (molto raramente visto che mio padre era solo e tutta la sua famiglia ad Amalfi)… i miei nonni hanno gridato al “miracolo”… 🙂 la cosa bella era che lo capivo ma non lo sapevo parlare :)!! Così d’estate quando scendevo in vacanza dai miei nonni era uno spasso vedermi rispondere come se niente fosse a tutti coloro mi parlassero in napoletano.
      Oggi a distanza di 30anni capisco al volo il mio cuozzo e ogni tanto mi diletto anche con qualche piccola parola… il risultato?? faccio morire dal ridere :)!

Lascia un commento