La contraccezione? Oggi con gli Ultrasuoni

Stanchi degli effetti collaterali della Pillola o indispettiti ed impacciati del momento fatitico dell’indosso del preservativo? Da oggi avrete vita facile!

Nasce un nuovo metodo di contraccezione: quello ad Onde Sonore!

Chi lo sa che non mandi in pensione i vecchi metodi di contraccezione, quelli con il quale diverse generazioni sono cresciute, dovendo affrontare (con piacere) le novità delle scoperte scientifiche come per esempio la famosissima ed indispensabile tra i giovanissimi “Pillola del giorno dopo” (sembra non riescano a stare senza! leggi: I giovani e la contraccezione).

Questo innovativo metodo ad Onde Sonore è stato dimostrato attraverso una ricerca svolta sui nostri piccoli amici topolini da James Tsuruta della University of North Carolina, il quale ha dimostrato che “bombardare” gli spermatozoi con degli ultrasuoni con lo scopo di ridurli fino ad una concentrazione troppo bassa per essere utile alla fecondazione è possibile!

La ricerca si è accaparrata anche una borsa di studio per un finanziamento messo a disposizione dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

Ora bisognerà verificare se sparando ultrasuoni e riducendo spermatozoi al momento “del bisogno”, non comporti effetti collaterali sulla fertilità successivamente, quando si vorrà finalmente concepire.

Chissà mai che una volta passati i test anche sull’uomo, in farmacia a fianco al dispencer di preservativi e pomate spermicide, si trovino gli elettrostimolatori ad ultrasuoni J.

La contraccezione? Oggi con gli Ultrasuoniultima modifica: 2012-01-31T11:16:00+01:00da aspirantemamma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento