Mal di Testa e Cefalea

Dal Libro AspiranteMamma

 

Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1 persona su 4 soffre anche occasionalmente di mal di testa, ciò nonostante, questo disturbo non è considerato una malattia vera e propria, se mai un campanello di allarme che nel nostro organismo o nel nostro stile di vita qualcosa non funziona.

 

Le principali cause

·         Affaticamento fisico, mentale e psicologico (sforzi fisici senza essersi adeguatamente preparati prima, stati depressivi, stati d’ansia, periodi di troppo studio).

 

·         Esigenze fisiche trascurate (troppe o poche ore di sonno, abuso di sigarette o alcool, pasti troppo abbondanti, stimolo della fame).

 

·        Disagi biotermici, climatici, atmosferici (cambiamenti di pressione atmosferica,vento, freddo intenso, cambiamenti di fusi orari frequenti, inquinamento ambientale e acustico).

Le tipologie di Mal di testa

·         Cefalee primarie (emicrania, cefalea tensiva, cefalea a grappolo): di cui non è certa la causa e che non dipendono da altre malattie.

·         Cefalee secondarie: conseguenti a traumi alla testa o derivanti da altre malattie.

Per evitare di assumere quantità sproposrzionate di farmaci inutili, che si limitano ad agire esclusivamente sui sintomi, l’ideale sarebbe invece trovarne la causa.

Uno stile di vita sano ed un’alimentazione mirata attraverso un regime dietetico specifico con pasti leggeri e regolari, potrebbero aiutare a prevenire, attenuare ed in alcuni casi combattere il fastidioso disturbo del mal di testa.

Inoltre, vi sono una serie di alimenti che, consumati da persone predisposte, potrebbero scatenare improvvise cefalee, in questo caso il mal di testa sarebbe una conseguenza o un sintomo di una reazione allergica o di intolleranza all’alimento assunto.

 

Gli alimenti da Evitare

·         Alimenti ricchi di Istamina: Cioccolato, formaggi fermentati, agrumi, vino rosso, birra.

·         Latte

·         Alcuni additivi contenuti negli alimenti.

 

Gli alimenti Consigliati

Vitamina PP (niacina):  sostanza dall’azione vasodilatatrice, riduce gli spasmi dei vasi (fenomeno associato alle prime fasi del mal di testa). La vitamina PP è contenuta in: Germe di Riso e Frumento,Fegato, Pesci Grassi (salmone e sgombri), Semi Oleosi, Lievito fresco o secco.

Vitamina E: utile ad eliminare alcuni radicali liberi responsabili di alcune forme di cefalee :Olio di Oliva, frutta secca, broccoli e cavoli.

 

Rimedi Naturali contro il Mal di testa

Lo Zenzero è una radice dal gusto particolarmente piccante, tipica dei sapori della cucina orientale, viene anche usato nella medicina indiana contro disturbi come nausea, vomito e mal di testa. In commercio lo si può trovare sotto forma di radice o di polverina, si consiglia 2/3 chucchiaini al giorno da sciogliere in un pò d’acqua oppure di miele. Io ho l’abitudine di aggiungere ai cibi che preparo una punta di zenzero, anche tutti i giorni, un buon rimenio per prevenire il mal di testa.

Una tazzina di caffè espresso o fatto in casa consumato al manifestarsi dei primi sintomi della cefalea, potrebbe essere sufficente a calmarla e smorzarla sul nascere, infatti è costatato che Caffè, Thè, bevande alla Cola, contengono caffeina, la quale ha poteri antidolorifiche e per questo si sono dimostrate efficaci nel prevenire o ridurre l’intensità dei mal di testa.

Ovviamente il caffè ha le sue controindicazioni, quindi l’ideale sarebbe non eccedere con il dosaggio, oppure consultare il proprio medico a tal proposito.

 

Il Mal di testa in gravidanza

In gravidanza non si possono assumere farmici, proprio per questo motivo è consigliabile far in modo di prevenire l’aumento di cefalee, in quanto non possono essere curate e sono difficili da sopportare.

È importante segnalare subito al proprio medico questi mal di testa, in quanto potrebbero essere una conseguenza dell’aumento della pressione arteriosa, sintomo di una gestosi, malattia della gravidanza molto dannosa in quanto mette a rischio la salute del bambino e della mamma stessa.

Mal di Testa e Cefaleaultima modifica: 2012-02-08T10:57:00+01:00da aspirantemamma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento