Come aumentare la produzione degli Spermatozoi

La quantità potenziale della produzione di spermatozoi cambia da uomo a uomo (pur avendo comunque un massimo raggiungibile),  non si può aumentare in nessun modo, ma varia a seconda dell’influenza di alcuni fattori fondamentali, come per esempio l’età, il tempo intercorso tra un rapporto e l’altro, e molto dipende dallo stato di eccitazione.

Inoltre, raggiungere l’orgasmo velocemente, riduce la quantità di sperma emesso, al contrario, se l’eccitazione dura a lungo, la quantità dello sperma automaticamente aumenta notevolmente.

Solitamente durante una eiaculazione, sono presenti circa dai 2 ai 7 millilitri di liquido seminale, ogni millilitro contiene milioni di spermatozoi e se si pensa che per rimanere incinta, ne basta 1 solo, mi chiedo ancora come sia possibile che si trovi difficoltà nel concepire (io sono una di loro!)…

Ovviamente, la difficoltà è proprio dovuta non alla quantità, ma se mai alla qualità e cioè alla fertilità ed alla vitalità dello sperma.

Anche in questo caso è importantissimo osservare quanto meno l’alimentazione da seguire, infatti ci sono studi i quali confermano che con l’assunzione di Antiossidanti come per esempio l’Acido folico, la Vitamina C, la Pentossiffilina o lo Zinco si ha un miglioramento della fertilità, perchè si fa in modo di avere uno sperma più sano e con migliori capacità nel movimento.

Proprio per questo motivo è consigliabile assumere una dieta varia e ricca degli elementi sopra indicati, per favorire una maggiore qualità di liquido seminale sano e forte, raddoppiando la possibilità di concepire un bambino.

L’unico consiglio che può essere dato in materia, ma di cui non è comprovata nessuna efficacia, potrebbe essere quello di stimolare ed avere un rapporto non completo con il partner (quindi senza eiaculazione, ma interrompendosi poco prima), per poi riprendere successivamente il rapporto a distanza di breve tempo, anche per diverse volte, questa “attesa” produrrà un orgasmo più intenso e probabilmente con una maggiore quantità di liquido seminale.

Inoltre, non mi stancherò mai di ripetervi che fumo, alcool e droghe riducono notevolmente la fertilità di un uomo, soprattutto a lungo andare.

Vesevo mi ha raccomandato di non gurdare nel giardino degli altri, quindi di non fare stupidi paragoni tra me e conoscenti, ma nonostante questo, ci tengo a dire che conosco coppie che pur avendo questi vizietti non hanno avuto problemi nel concepire (l’eccezione non fa la regola!), ma ci tengo a precisare che questi comportamenti potrebbero anche comportare problemi futuri all’embrione o alla futura mamma; quindi non assicurare una sana e serena gravidanza, portata a termine senza problematiche o aborti spontanei.

A questo punto, continuo nel dirvi che le sostanze sopra elencate, oltre a provocare problemi di erezione, riducono la qualità e la quantità dello sperma, stordiscono gli spermatozoi e contribuiscono a danneggiarne la morfologia, creando problemi di orientamento degli stessi. Altre cose fondamentali che potrebbero influire negativamente sono lo stress e l’ansia, come anche il troppo lavoro.

Ricordatevi anche che indumenti intimi o pantaloni troppo stretti non sono indicati, in quanto contribuirebbero a comprimere i testicoli e danneggiare lo sperma. Anche l’utilizzo di acqua troppo calda o bollente per lavarsi non fa bene!

Per avere uno sperma sano, mobile e fertile si potrebbe integrare l’alimentazione con:

·         Vitamina C – Consente lo sviluppo dello sperma senza danni genetici;

 

·         Vitamina E – Migliora la capacità dello sperma di attaccarsi e penetrare l’ovulo;

 

·         Vitamina A;

 

·         Arginina;

 

·         Zinco – Aumenta la produzione di testosterone e favorisce una maggior concentrazione di sperma, rendendolo più agile;

 

·         Quercetina;

 

·         Selenio – Aumenta la concentrazione ed aiuta a renderli più mobili;

 

·         Acido Folico – Oltre ad aumentare la concentrazione, la mobilità dello sperma, fa in modo di ridurre le anomalie morfologiche;

 

·         Acidi Grassi Essenziali – Omega3, Omega6, sono contenuti nella coda degli spermatozoi e ne favoriscono la mobilità.

Ora non mi resta che consigliarvi di cucinare pasti a base di Salmone, Sardine, oppure pasta in brodo, risotti, carne e, per concludere, non far mancare mai una manciata di frutta secca!

Come aumentare la produzione degli Spermatozoiultima modifica: 2012-02-26T11:55:00+01:00da aspirantemamma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento