Depressione: Cibo-spazzatura ne aumenta il 51% di rischio

L’ Università  di Las Palmas de Gran Canaria, in collaborazione con l’Universita’ di Granada, hanno pubblicato su ‘Public Health Nutrition’ uno studio condotto su un campione di 9mila soggetti monitorati per ben 18 lunghissimi anni i quali hanno scoperto come il cibo-spazzatura non solo fa ingrassare, ma porta anche a disturbi depressivi, aumentandone il rischio del 51% rispetto ad un soggetto normale.

 

Lo studio spagnolo, evidenzia come in quelle persone che non consumano pasti regolari e integrano nella propria dieta troppe merendine, dolci confezionati, snack e cibo da fast-food, incorrono in maggiori probabilità di ammalarsi di questo disturbo.

 

Che dire… se fino a qualche tempo fa potevano essere definiti “peccati di gola”, ora questi sfizi se fanno parte della nostra alimentazione principale, devono destarci preoccupazione.

 

Inutile dire che se si sta cercando una gravidanza, sono alimenti out!

 

Fonte: Ansa Madrid

Depressione: Cibo-spazzatura ne aumenta il 51% di rischioultima modifica: 2012-04-24T17:51:00+02:00da aspirantemamma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento